Costi

Riepilogo sui costi:

- CONTRIBUTO AI COSTI DELLA CAUSA RICHIESTO DAL TRIBUNALE:
Parte attrice: € 525,00
Parte convenuta (solo se costituita con patrono): € 262,50
- ONORARI DEGLI AVVOCATI E DEI PROCURATORI:
Onorario complessivo per il patrocinio nel primo grado e nel secondo (in caso di ratifica):
min. € 1575,00 – max. € 2.992,00
Onorario nel processo di secondo grado con rito ordinario:
min. € 604,00 – max. € 1.207,00
Onorario del Procuratore (se distinto dal Patrono): € 315,00
In merito all'applicazione dell’art. 6 §2 delle Norme circa il regime amministrativo dei Tribunali Ecclesiastici Italiani in materia di nullità matrimoniale e a quanto indicato nelle determinazioni del Consiglio Episcopale Permanente del 14 novembre 2018:
“Le parti sono rese partecipi, nei modi descritti nel regolamento, dell’obbligo morale per i fedeli abbienti di contribuire con una sovvenzione liberale, aggiuntiva rispetto al contributo per l’introduzione della causa, alla copertura parziale del costo effettivo della causa (cf. art. 6 § 2), mediante un versamento che può essere effettuato sul “Fondo tribunali per i meno abbienti” istituito presso la CEI.”
L’Ufficio Economato e Amministrazione della CEI ha attivato un nuovo c/c aperto presso Banco Posta, con le coordinate dell'apposito conto corrente intestato:
“C.E.I. FONDO TRIBUNALI PER I MENO ABBIENTI”
n. conto: 1045886403
IBAN: IT97U0760103200001045886403
N.B. È doveroso precisare che, a differenza della precedente procedura, le erogazioni a “C.E.I. Fondo tribunali per i meno abbienti” non sono fiscalmente deducibili.